Archivio per maggio 2015

Quarta Festa nazionale dell’ANPI …sogno un Paese libero e democratico

22 maggio 2015

Dal 30 maggio al 2 giugno a Carpi un fitto calendario di incontri ed eventi per festeggiare i 70 anni della Liberazione e fare un bilancio sullo stato di salute della democrazia e dell’antifascismo in Italia e in Europa.
Tra i tanti ospiti, Gad Lerner e Susanna Camusso

Si svolgerà a Carpi (MO) dal 30 maggio al 2 giugno p.v., sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la quarta Festa nazionale dell’ANPI.
E’ il 70° anniversario della Liberazione e svolgere questa iniziativa in un luogo a brevissima distanza dal Campo di Fossoli, gestito dai fascisti e di “smistamento” per destinazioni terribili – i campi di sterminio della Germania – assume un significato particolarmente pregnante.
Carpi costituirà, quindi, nel corso della Festa nazionale, una preziosa occasione di riflessione e di bilancio sullo stato di salute dell’antifascismo, in Italia e in Europa, e della democrazia, sua erede diretta.
Con la voce consueta dell’ANPI: autonoma e intransigente sui principi che fondano la convivenza civile.
Saranno quattro giorni ricchi di incontri, dibattiti, eventi musicali e teatrali da cui uscirà un quadro del Paese, almeno sui grandi temi del momento, nonché una rappresentazione significativa dello stato attuale della Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, come di recente dichiarato dal Presidente Nazionale Carlo Smuraglia: “Altro che invecchiare! L’ANPI ringiovanisce e affronta con grande impegno e baldanza il presente e il futuro, naturalmente non dimenticando mai i valori che nascono dalla Resistenza e dalla Costituzione”.
Tante le tematiche dei forum politico-culturali in programma: dal punto sul contrasto giuridico e politico ai neofascismi, alle modifiche della Costituzione, dal contributo del sud alla Liberazione, all’emancipazione femminile (dalla Resistenza ai giorni nostri), fino alla tavola rotonda sul “significato del 2 giugno oggi” che, introdotta e condotta dal giornalista e scrittore Gad Lerner, vedrà la partecipazione di Susanna Camusso, Segretario generale CGIL, Cecilia Strada, Presidente Emergency, Francesca Chiavacci, Presidente Nazionale ARCI.
Le conclusioni saranno affidate al Presidente Carlo Smuraglia.
Da ricordare anche la visita/conferenza al Campo di Fossoli ed un incontro tra i giovani e il Presidente Nazionale dell’ANPI.
Per gli eventi di intrattenimento, lo spettacolo di Dario Vergassola, la rappresentazione di teatro-canzone “Aria di libertà” di e con Gian Piero Alloisio e il concerto del 1° giugno, condotto da Andrea Barbi, che vedrà come protagonisti Luca Barbarossa, Enrico Capuano e la Tammurriatarock, I Gang, Francesco Baccini, Alberto Bertoli, Francesco Grillenzoni.
La Festa è patrocinata da: Regione Emilia-Romagna, Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Modena, Città di Carpi, Comune di Campogalliano, Comune di Novi, Comune di Soliera.
A lanciare l’iniziativa, la campagna #Sognaragazzo, resisti attraverso la quale, nelle giornate del 25 aprile, abbiamo intervistato tanti giovani per chiedere loro quale Paese sognano.
Il risultato: una forte continuità coi sogni dei combattenti della libertà: pace, diritti, lavoro, antifascismo.
L’Italia della Liberazione.
Tutte le info, il programma, foto e video su www.festa.anpi.it

FESTA NAZIONALE ANPI 30 MAGGIO – 02 GIUGNO | CARPI (MO)

20 maggio 2015

Da sabato 30 maggio a martedì 2 giugno si terrà a Carpi la quarta festa nazionale dell’ANPI.

Tutte le informazioni su festa.anpi.it

ANPI Forlì-Cesena sta raccogliendo le preadesioni per organizzare un pullman nella giornata di domenica 31 maggio.

Programma:

Partenza ore 7:00, visita al Museo Monumento al Deportato, pranzo presso uno dei circoli convenzionati con la festa, nel pomeriggio visita al Campo di Fossoli e alla mostra, rientro in pullman partenza ore 17:30.

Per avere ulteriori informazioni e comunicare la propria preadesione potete scrivere a forlicesena@anpi oppure chiamare il 338-1466816 entro e non oltre lunedi 25 maggio.

Partecipate!

 

Cronache della Resistenza – 2015/N°2

11 maggio 2015

Cronache della Resistenza – Marzo/Aprile 2015/N°2

Sommario:

  • Qualche riflessione e qualche interrogativo a margine della manifestazione di Forza Nuova a Forlì di Carlo Sarpieri – pag 2
  • Silenter loquor. Parlo silenziosamente, parlo tacendo di Furio Kobau – pag 2
  • Eppur bisogna andar. Le donne e gli uomini che andarono e i tanti che non tornarono di Palmiro Capacci – pag 4
  • La profanazione del sacrario dei Caduti per la Libertà e di Piazza Saffi – pag 7
  • Potere alla Parola “Non dirmi che hai paura” di Enrico Zammarchi – pag 11
  • La Resistenza in Germania di F.C. – pag 12
  • Con la Spagna nel cuore – pag 14
  • Ricordi e sottoscrizioni – pag 16

Sfoglia il PDF | Download | Vedi elenco uscite precedenti

Partigiani e Patrioti delle Provincia di Forlì e Rimini 1943-44

10 maggio 2015

Partigiani e Patrioti delle Provincie di Forlì e Rimini. 1943-44

Eppur bisogna andar
Le donne e gli uomini che andarono e i tanti che non tornarono

di Palmiro Capacci

A 70 anni dalla Liberazione chiediamoci chi furono i resistenti, coloro che pagarono di persona scegliendo la strada dell’onore e della dignità.
Al link che segue potrete scaricare uno studio che ha analizzato i dati contenuti nelle schede dei partigiani e patrioti che furono ufficialmente riconosciuti dalla Repubblica Italiana.
Le schede sono depositate nell’archivio dell’ANPI.
Questi elenchi riportano quelli che si trovarono in “prima linea” e non esauriscono la composizione del movimento antifascista che fu assai più ampio e di massa.
Questi dati sono utili a capire chi furono i “resistenti”, ma per comprendere veramente il fenomeno bisogna conoscere, capire e ricordare la loro storia personale e collettiva.
Storia di donne e uomini comuni che nella confusione, nelle difficoltà del momento, talvolta con dubbi e contraddizioni, andarono oltre al proprio interesse diretto e particolare, buttarono il cuore oltre l’ostacolo e scelsero la strada del riscatto personale e nazionale contro gli occupanti tedeschi e i loro servitori fascisti.
Lo studio è riferito alla Provincia di Forlì (FO, oggi FC) come era nel 1944, quando comprendeva anche l’odierna Provincia di Rimini; quando si parla di “partigiani forlivesi” si intende quindi l’intera provincia di allora.
Potete scaricare testo integrale dello studio in formato PDF al seguente link:

http://forlicesena.anpi.it/files/2015/04/Partigiani-e-Patrioti-della-Provincia-di-Forlì.pdf